Verso Marr…Catania!

Racconti di Viaggi
E qual de' numi inimicolli?

Tutto pronto: gel igienizzante, plasil, fermenti lattici, macchina fotografica. Il piano originario sarebbe dovuto essere Cagliari > Catania > Marrakech… Ma qualcosa è andato storto, l’Etna il pomeriggio decise di eruttare e… bloccati a Catania!

Riorganizzare il viaggio in poche ore

I sogni sul lontano Marocco son stati definitamente distrutti di fronte al tabellone dei voli.

Cancellato

A nulla son valsi i tentativi di telefonare all’assistenza di Kiwi.com per riprogrammare il viaggio: tutti i voli in arrivo ed in partenza erano stati cancellati. L’unica alternativa sarebbe stata spostarsi velocemente a Palermo, da lì prendere un aereo per Marrakech ma…senza garanzie di riuscirci.

Quindi, volente o nolente…

Benvenuti a Catania!

Son certo che Catania è una di quelle città che – son certo – non avrei mai visitato in modo organizzato. Non perchè brutta ma per mancanza di curiosità.

Ed infatti Catania è tante cose, fuorchè brutta e poco accogliente.

Giardini Bellini, mezz’ora di distanza dal Duomo

Con un mercato, in centro città, dai mille contorni e colori…ed estremamente popolato!

Con tante cose buone…buonissime!🤪

Pistacci del Bronte, gnam!

ed irresistibili! 😵😋

E non mancano nemmeno le strutture di interesse storico e dal grande valore artistico 📸

sparse un po’ qua un po’ là per la città

Anfiteatro romano
Anfiteatro romano
Monastero dei Benedettini

Il centro in particolare è una vera e propria bomboniera

👀
Persi nei vicoletti del centro

Ma anche con tanti contrasti, a due passi dal centro e da opere di inestimabile valore 🙄

A 700m dal Duomo
Don’t worry, you are in the south!

Mentre, se ci si sposta un attimo verso la periferia, alle opere artistiche si sostituiscono opere di ingegno umano 🤨😂

Il problema più grande (madrelingua italiano in Italia!) è stato spostarsi dal centro alla periferia: dal piazzale centrale Paolo Borsellino per arrivare alla nostra destinazione finale (Auchan) ci è stato detto dover prendere il bus 525.
Dopo circa un’ora e venti di attesa (in mezzo al freddo ed al gelo)

Abbiam deciso di chiedere ad un’autista nel piazzale che ci risponde con grande naturalezza: “il 525 si è rotto, ne avevamo solo uno, quindi non passa! per andare all’Auchan potete prendere …“…va be’.

Alla fine, dopo vari cambi, mezz’ora di camminata ed in totale 3 ore siam riusciti ad arrivare all’Auchan.

Avendo però a disposizione 7 giorni, dopo aver esplorato Catania in lungo ed in largo, ci siamo concessi due giorni per esplorare la zona costiera che da Catania porta fino a Taormina.

Aci Castello, Aci Trezza, Acireale…Taormina

E così abbiam deciso di noleggiare una Smart-ina (ovviamente di che colore? arancione! 😍) ed avviarci subito dopo pranzo verso Taormina 🚗.

Passando per I famosissimi Acicastello, Acitrezza, Aci reale… lungo la costa🏰

E’ stato piacevole alternare momenti urbani a pause di natura quasi del tutto incontaminata

E km dopo km siam’arrivati a Taormina…peccato che fosse ormai notte 🌙

Ma almeno la foto con la famosissima catena di vendita d’abigliamento son riuscito a farla 😎😎😎

La cammellata nel deserto è solo rimandata💪

Se questo post ti è piaciuto non perdiamoci di vista!

Seguimi su Instagram!